Nucleare, Iran: nuova scadenza di 60 giorni ai paesi Ue o una «terza tappa»

TEHERAN-L’Iran stabilirà altri 60 giorni come nuova scadenza per i Paesi europei e i colloqui continueranno con l’Ue per soddisfare le richieste di Teheran. Lo ha detto il viceministro degli Esteri Abbas Araghchi in conferenza stampa.

"Una lettera scritta dal ministro degli Esteri iraniano Zarif, sarà inviata alla signora Mogherini, alto rappresentante Ue, nella quale sono state chiarite le richieste dell'Iran", ha detto Araghchi.

La Repubblica islamica chiede agli europei di spingere sullo strumento finanziario Instex - pensato per aggirare le sanzioni americane e consentire la continuazione degli scambi economici fra l’Europa e l’Iran - acquistando petrolio iraniano o fornendo una linea di credito per il Paese.

Allo scadere di questi nuovi 60 giorni Teheran minaccia una «terza tappa» nel processo di superamento dell’accordo sul nucleare del 2015.

Il 7 luglio l'Iran ha annunciato dopo le ulteriori e più stringenti sanzioni Usa e dopo la fine dell'ultimatum di 60 giorni dato all'Ue di smarcarsi dalla linea di Washington, un ulteriore arricchimento dell'uranio: e' sempre più appeso ad un filo l'accordo siglato nel 2015, quello del Piano d'azione globale congiunto (JCPOA).